CORTE CANELLA SI RACCONTA

CORTE CANELLA SI RACCONTA

Da quando è nata Corte Canella, nel 2009, a parlare sono sempre stati i miei genitori e mia sorella Veronica, ma oggi voglio dar voce ai miei pensieri.

L’aria che si respira in questo periodo dell’anno direi quasi che sia tra le più belle…
Si arriva in vendemmia la mattina con questa brezza fresca che ci avvolge, si impugna la forbice e si parte per una giornata intensa e carica di emozioni.
Bè, le prime ore della mattina sono quelle in cui c’è sempre un silezio denso di pensieri che ogni uno tiene chiuso gelosamente nella propria testa.
Ma oggi voglio che i miei pensieri prendano forma… per raccontami un pò!
Figlia del sogno di mio padre, mi sono ritrovata in questa azienda due anni fa, senza forse neanche rendermene conto.
Abituata al lavoro da ufficio, trovarmi scaraventata in vendemmia non è stato esattamente un ingresso graduale in quello che ora è il mondo.
Ma mai avrei detto di innamorarmi tanto di qualcosa. Ma cosa ci posso fare ormai? E’ decisamente troppo tardi…Corte Canella mi è decisamente entrata sotto pelle.

Core Canella si è fatta spazio nella mia vita in poco tempo, e ha riempito i miei giorni…
Corte Canella la respiro ogni mattina, la respiro nel profumo dell’erba bagnata, nel sole che scalda la pelle…
Corte Canella la sento nel rumori della campagna, del trattore che passa e delle grandi chiacchierate che si fanno tra i filari…
Corte Canella la tocco, in ogni grappolo e in ogni tralcio, in ogni bottiglie e cliente che passa…
Corte Canella la guardo, negli occhi dei dipendenti, neglio occhi commossi di mio padre ogni volta che raggiungiamo un traguardo importante, negli sguardi di intesa in famiglia…
Corte Canella molto spesso me la sento cucita addosso, in ogni posto che vado con qualunque persona parlo…

Mi sono resa conto che semplicemente sono sempre stata destinata ad essere qui… esattamente dove sono ora!

Chi l’avrebbe mai detto? Io certamente no… se me lo avessero chiesto tre anni fa, li avrei presi per matti…

Corte Canella non è solo lavoro, è impegno e dedizione, è costanza e perseverante… ma è indubbiamente gioia e soddisfazione, è traguardi e orgoglio!

Figlia del sogno di mio padre, mi ritrovo ora a vivere per tutto questo… e non perchè non posso più tirarmi indietro…ma semplicemente perchè non posso più farne a meno!

 

Gloria Venturini

Lascia un commento